ambrosia-logo-x2-white

Pasticceria della tradizione siciliana portata ad Avellino dal pasticciere Tommaso Giardina che ci delizia ogni giorno con le sue straordinarie cassate, i deliziosi cannoli e gli invitanti babà. Da Ambrosia la colazione è più dolce, l’aperitivo è più sfizioso, la tua torta è più buona, la tua festa è più ricca.

 

Tommaso Giardina, un siciliano ad Atripalda

Tommaso Giardina, un siciliano ad Atripalda

Una passione innata: creare dolci della mia terra d’origine come la cassata siciliana, per farti assaggiare sapori e profumi della mia isola. Così nasce la pasticceria Ambrosia ad Atripalda, la storia di una pasticceria diversa dalle altre.

Mi chiamo Tommaso Giardina e il sogno della pasticceria Ambrosia nasce quando, ancora ragazzo, inizio a lavorare in un laboratorio di pasticceria a Milazzo in Sicilia.

Da uno spicchio di luce, attraverso la porta del laboratorio, vedo i clienti con gli occhi sgranati di fronte al banco vetrina. Non fanno in tempo a prendere il dolce tra le mani che già si avventano con un morso tondo e un espressione beata nel volto.

Quel morso, quella magnifica espressione sui volti mi convincono che non c’è altro che desidero fare per guadagnarmi da vivere.

Così inizio subito a studiare i migliori ingredienti e i segreti che si nascondono dietro la pasticceria siciliana.  Come la speciale lavorazione della ricotta per creare il delicato contrasto con la sottile copertura in pasta di mandorle nella cassata siciliana, per renderla un’esperienza di gusto unica.

Sono legatissimo alla mia terra ed alla mia famiglia, ma all’epoca il giovane Tommaso Giardina vuole perfezionare l’arte della pasticceria e conoscere nuovi stili, nuovi sapori, e raccogliere idee per diventare “Maestro pasticciere”. Così parto, per raggiungere la Campania, terra ricca di cultura, di sapori e di amore, proprio come la mia Sicilia.

Chiara, la mia compagna, instancabilmente al mio fianco, mi segue in questa avventura. Nel febbraio del 1980, raggiungiamo Avellino, dove un amico di famiglia gestisce una pasticceria e mi offre un lavoro. Un lavoro che mi fa alzare presto la mattina, lavorare per molte ore al giorno e che tuttavia non mi stanca perché la pasticceria è la mia passione, la mia vita.

Ad Avellino continuo con passione ancora più grande. Sento la responsabilità della mia scelta, non voglio deludere i miei genitori che mi approvano e mi sostengono.  Continuo a preparare cassate e cannoli ed entro in sintonia con la nuova città, i suoi abitanti ed anche dolci del posto.

Così continuo a migliorare giorno dopo giorno, con amore e passione per quel lavoro, imparo a memoria quali sono gli ingredienti migliori, le giuste dosi, gli abbinamenti perfetti, miglioro la tecnica di lavorazione , il rispetto dei tempi giusti per creare ogni dolce.

Babà e sfogliatelle napoletane prendono posto affianco a cassate e cannoli siciliani e cominciò a prepararli con la stessa dedizione e maestria.

Poi il 23 novembre 1980 l’Irpinia trema e tutto cambia e si sconvolge. Quei luoghi e soprattutto gli abitanti che già mi chiamano Tommasino hanno un posto speciale nel mio cuore, non posso più lasciarli, non posso abbandonarli proprio ora.

Io e Chiara, siamo la prima coppia di sposi post-terremoto, ci rimbocchiamo le maniche, così come tutto il popolo irpino, e con i pochi soldi che ho da parte e tanta fantasia siciliana e napoletana insieme, ci arrangiamo alla meglio.

In realtà mi accorgo presto che non devo arrangiarmi perché se è vero che ho pochi soldi ormai sono un pasticciere riconosciuto ed affermato, ho qualcosa di unico e straordinario da offrire al mercato locale. I dolci siciliani, cassate e cannoli, pastine di mandorle e frutta martorana, per soddisfare la voglia di assaggiare qualcosa di nuovo, di scoprire sapori e profumi di una terra lontana.

Nel 1993, conosco Stanislao D’Argenio che comprende subito le potenzialità del mio sogno, apprezza la passione e la competenza che dimostro e insieme iniziamo una nuova avventura.

 

Nasce la Pasticceria Ambrosia ad Atripalda.

Quando due mondi speciali si incontrano, quando due terre meravigliose si trasformano in dolci profumati e gustosi, diventano stuzzicherie dal gusto irresistibile, quando entri e trovi da un lato arancini siciliani e crocché napoletani e dall’altro cassate, cannoli, babà e sfogliatelle, allora significa che quel progetto si è trasformato in un posto unico.

E da qui inizia un’altra storia, una storia fatta di aperitivi sfiziosi, dolci dal sapore unico, di occhi che si perdono nel banco vetrina, e bocche che non vedono l’ora di mordere, di aroma di caffe morbido e tondo.

Tutto questo non poteva che realizzarsi in un posto dall’atmosfera magica, Atripalda, una location su un fiume, che ricorda il rumore del mare. Per l’unione di due terre straordinarie, di sapori siciliani e campani, dei migliori dolci e di appetitosi aperitivi.

La pasticceria Ambrosia, pur rimanendo a conduzione famigliare, oggi marcia grazie ad una grande squadra, fatta di passione autentica per le cose buone, di ricerca sui territori di materie prime che profumano di natura.

Un gruppo di uomini e donne che quando fuori è ancora notte fonda si alza, prepara una moka, beve il suo caffè con un riccio di mandorle e poi raggiunge gli altri nel laboratorio della pasticceria Ambrosia ad Atripalda, dove la magia inizia ogni giorno di nuovo.

Solo così la ricotta lavorata ad arte e ricoperta da uno strato sottile di pasta di mandorle dà origine a quella magia unica che è la quintessenza dei dolci siciliani: la cassata.



Prova le nostre specialità della tradizione pasticcera siciliana!